Renato Zero - Giorni

Giorni-Renato Zero

“Giorni” è un brano di Renato Zero, inserito all’interno dell’album “Leoni si nasce”, uscito nel 1984. La canzone è stata scritta dallo stesso cantautore, in collaborazione con Roberto Conrado e Franca Evangelisti. Il testo  potrebbe alludere alla chiusura del tendone itinerante “Zerolandia”, che venne smontato per motivi di sicurezza, secondo i comunicati ufficiali.In realtà, alcuni hanno ipotizzato che si trattasse di un vero e proprio boicottaggio nei confronti di un personaggio che incominciava ad essere scomodo nelle alte sfere. Tanto è vero che il brano recita:”Ma dove eri tu quando mi hanno sigillato il cuore”, dove è palese leggervi un lamento rispetto ad un qualcosa a cui teneva molto e che l’ha ferito. Tuttavia risulta ancora più esplicito laddove parla del ‘tendone blu’, possibile riferimento a “Zerolandia”:”E c’eri anche tu, in quelle folli notti, sotto il tendone blu. / Fremevi con me / Dimenticando fuori, tutti i ma, tutti i se. / Chissà come mai”. E ancora prosegue :”Giorni! È tempo di capire / Che sia ricominciare! Se è vero, che sotto quel tendone blu / Sei cresciuto, e sei adesso un uomo, tu!”. Ecco, quando qualcosa a cui teniamo ce lo portano via, ce lo strappano letteralmente di mano, la maggior parte di noi reagisce appunto sigillando il proprio cuore, ma bisogna pur ricominciare da qualche parte dopo una cocente delusione, rialzarsi più forti di prima. Questo è il messaggio che vuole lanciare il brano, ma a ciascuno la propria opinione.