Fabrizio de André - Preghiera in gennaio

Preghiera in gennaio-Fabrizio De André

“Preghiera in gennaio” è un brano  del grande Faber pubblicato come undicesimo 45 giri nel 1967, insieme con il  brano “Si chiamava Gesù”. E’ il primo pubblicato con la nuova etichetta discografica della Bluebell Records. La canzone è stata incisa anche nel primissimo album di De André, “Volume I”, che è il secondo se consideriamo anche l’antologia ”Tutto Fabrizio De André”. La canzone è dedicata ed è stata scritta per la scomparsa di un artista incompreso, Luigi Tengo, morto nel gennaio del ’67, per cause tragiche (probabilmente suicida, anche se le circostanze non sono mai state chiarite). Il tema dunque riguarda il suicidio, ma anche la pietà che la Chiesa dovrebbe provare anche nei confronti di chi si suicidia, visto che la invoca così tanto, però poi ripudia illecitamente il suicida. De André disse di averla scritta al ritorno dal funerale dell’amico:”L’ho dedicata a Tenco. Scritta, o meglio pensata nel ritorno da Saneremo dove c’eravamo precipitati io, la mia ex moglie Enrica Rignon e la Anna Paoli. Dopo aver visto Luigi disteso in quell’obitorio (fuori Sanremo peraltro, perché non ce l’avevano voluto) tornando poi a Genova in attesa del funerale che si sarebbe svolto due giorni dopo a Cassine, mi pare, m’era venuta questa composizione. Sai, ad un certo punto non sai cosa fare per una persona che è morta, ti sembra quindi quasi di gratificarla andando al suo funerale, scrivendo-se sei capace di scrivere e se ne hai l’idea-qualcosa che lo gratifichi, che lo ricordi..forse è una forma..ma d’altra parte è umano, credo…non l’ho di certo scritta apposta perché la gente pensasse che io avevo scritto apposta una canzone per Luigi, tant’è vero che non c’era scritto assolutamente da nessuna parte che l’avevo composta per lui.”