Fabrizio De Andrè- Hotel Supramonte

Hotel Supramonte-Fabrizio De André

“Hotel Supramonte” è un’opera musicale di Fabrizio De André che trae spunto dalla canzone di Massimo Bubola, “Hotel Miramonti” (brano questo che fu composto ad Alleghe, provincia di Belluno, nel Veneto, presso l’Hotel Miralago, in cui era ospite). La canzone di De André è un adattamento di quel brano ed è inserita nel decimo album dell’artista genovese, “Fabrizio De André” , chiamato anche “L’indiano” o “L’album dell’indiano” (per via dell’immagine di copertina, in cui compare appunto un nativo americano a cavallo). L’album è uscito il 21 luglio del 1981. Il brano nasce dal seguestro subito da De André e dalla compagna di allora, che poi nel ’89 divenne la sua consorte,  Dori Ghezzi, nell’agosto del 1979 da parte dell’Anonima sequestri. Il Supramonte è una cantena montuosa situata nella parte centro – orientale della Sardegna, dove De André aveva scelto di vivere a partire dalla metà degli anni ‘ 70. In quei contesti, a cui il Faber sentiva di appartenere, maturò il rapimento che durò all’incirca 4 mesi. Il cantante alla fine di quei giorni tragici però arrivò persino a perdonare i suoi sequestratori, ma non riuscì mai a perdonare i mandanti,che probabilmente erano persone agiate e prive di scrupoli. Dal punto di vista musicale, è il pezzo più intimo dell’album. Gli strumenti usati sono per lo più acustici, chitarra, basso e violino ed un leggero tappeto d’archi elettronici nella seconda parte della canzone.